CANOA: campionesse d’italia

Da Sesto Calende Informazioni del 2001/06/01

2001-giugno2

Una gara semplicemente spettacolare e con un colpo di scena finale degno del miglior film a lieto fine. I protagonisti o meglio le protagoniste, noi, Chiara Crenna e Stefania Butera, in altre parole…il K2 Campione d’Italia (wow…che effetto ci fa ancora questa frase!). Pisa, 20 Maggio 2001. Fa un caldo quasi torrido, ma c’è un po’ di vento. Ci aspettano 12 km e 200 mt. di maratona… Siamo piuttosto fiduciose; non sottovalutiamo nessuno, però conosciamo il nostro valore. E così la gara comincia. Subito dopo la partenza ci posizioniamo al terzo posto a ridosso dei primi due equipaggi (delle agguerritissime società di Padova e di Cremona) che continuano a scambiarsi il primo posto. Il distacco con i primi due equipaggi aumenta con il trascorrere dei chilometri, ma la maratona è lunga, e poi come dice il nostro saggio allenatore Andrea Baglioni: “La gara è finita solo quando si è arrivati al traguardo, non prima” (quante volte l’avrà ripetuto quel giorno?). Mancano 3 Km circa all’arrivo; non dovremmo dirlo, ma ammettiamo che di speranze di conquistare il titolo italiano in quel momento ne avevamo veramente poche, visto che il vantaggio accumulato dai primi due equipaggi era importante; però non volevamo accontentarci di un terzo posto senza combattere, senza averci nemmeno provato; quindi aumentiamo nettamente il ritmo e in 2 Km circa recuperiamo le due imbarcazioni di testa. Il tifo degli spettatori si fa sempre più eccitato, perchè e meno di 500 mt. dal traguardo tre equipaggi sono allineati, e tutti “puntano” al primo posto, ma… all’improvviso a circa 200 mt. dall’arrivo gli altri due equipaggi hanno un cedimento e rallentano per qualche secondo. Siamo in testa, il traguardo è sempre più vicino, le nostre avversarie provano a rimontare ma non c’è nulla da fare perchè anche noi aumentiamo il ritmo sfruttando tutte le energie che ci sono rimaste. Vinciamo con un distacco di 7″ dalla Canottieri Baldesio di Cremona e di 9″ dalla Canottieri Padova e con il tempo totale di 1h 01′ 42″. E’ stato favoloso… non sappiamo descrivere la gioia che abbiamo provato, perchè non crediamo esista la parola giusta. Era da più di 20 anni che la nostra piccola società non vinceva un Titolo italiano, speriamo che la nostra non sia una isolata eccezione, ma l’inizio di una lunga serie.

Posted in Rassegna Stampa and tagged .