I Sestesi si distinguono sulle acque del Po

Da La Prealpina del 2003/06/15

2003-06-15

(n.f.) E’ mancato l’acuto ai canoisti della Polisportiva Circolo Sestese ai campionati lombardi di velocità 500 metti e 2000 metri per le categorie di “Canoagiovani” che si sono svolti a Cremona, organizzati dalla Canottieri Bissolati. Presenti 13 società, di cui due extraregionali, la società sestese ha raccolto 4 argenti e 3 bronzi. Nel porto fluviale di Cremona, in cui è ancorato il chiaccherato sommergibile che dovrebbe approdare al Museo della Scienza e della Tecnica di Milano, si sono svolte prima le batterie di qualificazione sui 500 metri per le categorie dai “ragazzi” in su, seguite dalle finali sui 2000 metri per “esordienti”, “allievi”, “cadetti” maschile e femminile e nel primo pomeriggio quelle per le altre categorie. In un’ambiente “africano” si sono disputate le finali con gli “esordienti” maschile e femminile, età massima 10 anni, che hanno visto il quarto posto di Andrea Scapin con in buon tempo. A seguire, con qualche problema di allineamento per l’elevato numero di partecipanti che hanno reso la partenza più difficoltosa anche se più spettacolare, quelle dei “cadetti” A e B e degli “allievi”. Nonostante qualche buon tempo nei “cadetti” A, solamente negli “allievi” i canoisti sestesi hanno ottenuto le medaglie di bronzo con Mauro Crenna, con un notevole miglioramento e con la riconferma di Gaia Piazza che hanno terminato in apnea da calore. Si sono svolte successivamente le finali dei “grandi”. Le “juniores” Stefania Butera e Chiara Crenna E La nel K2 hanno conquistato l’argento cedendo solo nel finale alle forti rappresentanti della Canottieri Mincio di Mantova. E’ scesa quindi in campo la barca più spettacolare, il K4, per bellezza di linee e per l’armonico turbinare sincrono delle pagaie è l’essenza della velocità sull’acqua. Gli juniores Christian Bonaglia, Michele Grasso ed Enrico Zendali hanno ottenuto il bronzo mentre i “seniores” Davide Butera, Michele Chizzola, Filippo De Giorgis, Fabio Storari si sono dovuti accontentare dell’argento preceduti di un soffio dagli abituali rivali dell’Idroscalo Club. Il “senior” Davide Butera è giunto poi terzo nel K1 come pure la sorella Stefania (junior) nei “senior” femminili. Tra gli altri “Juniores” molto bene il K2 di Christian Bonaglia ed Enrico Zendali, ottimi secondi regionali, che hanno lottato fino in fondo per la vittoria e positivo il secondo posto per Lucio Balzarini nel C1. Una citazione per Mirko Migliarino nei “ragazzi” che non solo ha guadagnato la finale ma si è addirittura piazzato quarto.

Posted in Rassegna Stampa and tagged .